13 dicembre 2011

What I also like...

La vita di laboratorio, le tecniche che si possono applicare.
Affascinanti e complicate sono quelle di biologia molecolare, fatta di metodologie finissime che ti permettono di ottenere  informazioni molto importanti e specifiche. La sequenza di un gene nella diagnostica neoplastica, il riconoscimento di una parte del DNA per il riconoscimento di una specie...
Ho la fortuna di avere imparato queste tecniche...ed è stato un lavoro lungo, in cui ho a tutt'oggi ancora taaanto da imparare, ma che mi emoziona sempre. Dal prendere gli strumenti in mano e iniziare un lungo percorso fatto di soluzioni, buffer, detergenti, liquidi colorati, provette di tante dimensioni, centrifugate, schock termici, tutto in una sequenza ordinata, dal preciso significato.
Difficile da spiegare in modo semplice a chi non fa questo mestiere, ma vorrei provarci.

La più complicata e lunga fra le tecniche è, per esempio, il clonaggio di un frammento di DNA.
In questa tecnica si utilizzano dei plasmidi, elementi di DNA circolare generalmente di origine batterica, all'interno dei quali viene introdotto il frammento di DNA di interesse (l'inserto) quello ovvero che si vuole conoscere; in seguito, il plasmide o vettore, viene introdotto in un batterio che, cresciuto in una piastra, darà milioni di copie del frammento, che potrà così essere sequenziato, ovvero riconosciuto attraverso specifici macchinari e reazioni...

L’introduzione di materiale genetico nel batterio  eterologo, cioè proveniente da un altro organismo, in una cellula ospitante viene detta Trasformazione. E’ un processo naturale  per il quale le cellule batteriche captano DNA libero presente nel mezzo. Perchè avvenga la trasformazione i batteri devono trovarsi in uno stato di competenza, ovvero il batterio presenterà alterazioni nella parete della membrana cellulare che permette l’ingresso dell’acido nucleico (DNA) nella cellula.
In laboratorio esistono specifici protocolli che inducono lo stato di competenza nei batteri (E. coli), che si basano  sull’utilizzo di trattamenti chimici o fisici che producono micropori nella cellula così da permettere l’introduzione di DNA esogeno.
I batteri cresciuti in piastra vengono poi selezionati. Per individuare infatti se è avvenuta la trasformazione, il DNA introdotto porterà  un marcatore selezionabile nel mezzo di crescita individuabile dalla presenza di colonie bianche e non azzurre.
Il dna dalle colonie viene così prelevato, estratto dalla cellula, amplificato e sequenziato...

Ovvero....
The Molecular cloning:

video


video
video

Capito qualcosa?
Io, mi incanto sempre....i gusti!!!

3 commenti:

  1. 'nzomma...
    però è bello che tu faccia qualcosa che ti emoziona ogni volta, è una fortuna.

    guarita? immagino di si.
    baci

    RispondiElimina
  2. Non molto ma sono affascinata dal tuo entusismo. Bacetti

    RispondiElimina
  3. per chi fa il mio mestiere è una goduria!Un pò come nel cucinare, questo ha una manualità dettaglaita con un significato ad ogni passaggio,
    baci a tutte e due!
    per vale: decisamente guarita...

    RispondiElimina